Capitolato dei lavori


PREMINENTI CARATTERISTICHE DEL FABBRICATO

Ville, quadrilocali, trilocali, bilocali saranno realizzati con il sistema "chiavi in mano", comprendendo quindi tutte le opere, prestazioni e tutto quanto si renda necessario per completare internamente ed esternamente ogni singola proprietà.

Restano esclusi i seguenti lavori:

-Oneri di allacciamento alle reti elettrica, idrica, telefonica.
-Oneri notarili per l’intestazione.
-Oneri per pratica catastale.
-Tutte le voci non espressamente menzionate nella presente descrizione.

All’interno di ogni unità abitativa, previa l’approvazione del Direttore dei Lavori, sarà possibile effettuare delle varianti, sempre che le stesse non pregiudichino l’avanzamento dei lavori, il funzionamento degli impianti, non ledano opere strutturali e/o altre proprietà confinanti e non siano in contrasto con le norme di legge vigenti.
Resta comunque inteso che tutte le spese per la realizzazione delle stesse saranno interamente a carico dell’acquirente, il quale dovrà concordarle per iscritto, con la società venditrice, prima della loro esecuzione.

Eventuali lavori previsti ma non realizzati per ordine dell’acquirente non saranno scomputati.
Non è consentita la fornitura di materiali o la realizzazione di opere a cura dell’acquirente o di persona di sua fiducia, fino al rilascio del certificato di abitabilità.

Il posizionamento della struttura (pilastri, travi, ecc), l’inserimento degli impianti (idrico, termico, elettrico, smaltimento fumi, ecc), saranno decisi dal Direttore dei Lavori; pertanto l’acquirente non potrà in nessun caso pretenderne la modifica.

A suo obbiettivo giudizio la EDIPROJECT SRL potrà apportare varianti o modifiche alle opere qui descritte, che siano peraltro tali da mantenere inalterato il risultato complessivo delle opere stesse sotto l’aspetto qualitativo, di funzionalità e sicurezza.

Per quanto riguarda la posa in opera la qualità, gli spessori ed il tipo di materiale da impiegare, verranno scrupolosamente seguite le indicazioni e le prescrizioni risultanti dalla relazione e dai calcoli redatti conformemente alla Legge n. 10/91, relativa al contenimento dei consumi energetici e al D.P.C.M. 5.12.97 relativo alla determinazione dei requisiti acustici in attuazione alla L. 447/95.

Il riscaldamento e il raffrescamento ottenuto con la geotermia, consiste nel prelevare le calorie presenti nel suolo e nel trasferirle all’abitazione. E’ un’energia pulita, gratuita ed inesauribile consente inoltre un risparmio, rapportato ai costi tradizionali, veramente incredibile. Il benessere abitativo aumenta e si contribuisce alla tutela del clima e dell’ambiente.
Il riscaldamento geotermico assicura un livello alto di comfort ad un costo di gestione inferiore: 1kW consumato si converte fino a 3 o 4kW o più di calore utile per la casa. Il costo di mantenimento e manutenzione del sistema è estremamente basso.

Struttura

Le fondazioni saranno realizzate in conglomerato cemento armato. Le loro dimensioni saranno atte a scaricare le sollecitazioni delle sovrastanti strutture, in funzione della capacità di carico del terreno. La struttura portante verticale sarà così costituita: -PIANO INTERRATO con muri e pilastri realizzati in conglomerato cemento armato. -PIANO TERRA ed i piani superiori con struttura intelaiata di pilastri e travi in conglomerato cemento armato. -RAMPE SCALE saranno in conglomerato cemento armato.

La struttura portante orizzontale sarà così costituita: -COPERTURA DEL PIANO INTERRATO sarà realizzata con lastre in calcestruzzo tralicciate tipo “predalles” con interposti elementi in polistirolo e caldana superiore in calcestruzzo o getto pieno cemento armato. -COPERTURA DEL PIANO TERRA e dei piani superiori sarà realizzata con travetti e interposti elementi in laterizio e cappa superiore in calcestruzzo.

Copertura

Le gronde e la struttura di copertura saranno realizzate in legno lamellare con sovrastante isolamento, in base all’ottenimento della classe “A” e superiore ondulina. La copertura sarà in coppi in cotto. I canali, le scossaline e i pluviali saranno in rame, negli opportuni sviluppi e sezioni, spessore 8/10. I porticati saranno realizzati con le pareti perimetrali in pietra di Credaro, il soffitto sarà realizzato con travetti in legno lamellare e assito in legno a vista. Le gronde esterne saranno realizzate con travetti in legno con teste arrotondate, il tutto vista con finitura protettiva a cera.

Tamponamenti

Tutte le murature perimetrali fuori terra saranno realizzate con laterizio tipo Poroton spessore mm 200 portante, all’esterno verrà realizzato intonaco e cappotto in polistirene con spessore mm 100 ed intonaco esterno colorato. Nel lato interno della muratura portante sarà realizzato un ulteriore isolamento in lana di roccia dallo spessore di 60 mm con finitura doppia lastra in cartongesso da mm 25.

Divisori

I locali interni degli appartamenti saranno realizzati in mattoni forati da mm 80. I divisori tra unità abitative saranno realizzati con due pareti di mattoni semiportanti dallo spessore di mm 80 con isolamento interno costituito da pannelli di lana di roccia dallo spessore di mm 40 più pannello tipo fibralegno dallo spessore di mm 20. Al piano interrato le pareti di divisione tra i box e le cantine saranno realizzate in prisme intonacate semifino. Le pareti divisorie delle altre autorimesse e cantine saranno realizzate con mattoni forati da mm 80 con intonaco semifino.

Impermeabilizzazioni

Tutti i muri perimetrali controterra saranno impermeabilizzati con guaina catramata e fondalina di protezione, previa la preparazione del fondo. Le solette di copertura delle autorimesse esterne ai fabbricati verranno impermeabilizzate con doppia guaina armata in poliestere con foglio superiore di politene e caldana di protezione, ghiaietto per drenaggio e tessuto non tessuto per la realizzazione dei giardini pensili.

Isolamenti

Le solette di copertura di tutti i piani saranno isolate con pannello polistirene da mm 40 oltre al pannello radiante del riscaldamento. Le murature perimetrali verrano isolate rispettando i criteri per l’ottenimento della classe “A”.

Rivestimenti esterni

Le facciate esterne avranno le seguenti finiture, a seconda delle disposizioni di progetto: -Parziali rivestimenti con pietra di Credaro a vista, a discrezione della Direzione Lavori. -I parapetti dei balconi saranno in conglomerato cemento armato intonacato.

Rivestimenti interni

-Le pareti delle autorimesse saranno rivestite con intonaco rustico semifino. -I soffitti delle autorimesse saranno realizzati con solai a lastre prefabbricate o in getto pieno a vista. -Le pareti delle corsie delle autorimesse saranno realizzate in getto pieno a vista e tinteggiate. -I soffitti e le pareti dei bagni e delle cucine, ad esclusione delle pareti piastrellate, saranno intonacate al civile. -Il locale cucina sarà finito con intonaco al civile con esclusione della zona piastrellata. -Il resto dei locali sarà rivestito con intonaco premiscelato e successiva rasatura a gesso. -Le pareti dei bagni saranno rivestite, per un’altezza di cm 220, con piastrelle in ceramica, per un importo complessivo pari ad euro 50,00 al mq, determinato dal costo di listino del materiale compreso di posa. -Le pareti attrezzate del locale cucina saranno rivestite, per un’altezza di cm 160, con piastrelle in ceramica, per un importo complessivo pari ad euro 50,00 al mq, determinato dal costo di listino del materiale compreso di posa. In tutti i locali sarà posato uno zoccolino in legno stratificato. Le soglie saranno realizzate in granito o in pietra naturale con scelta a discrezione della Direzione Lavori, mentre i davanzali saranno realizzati in marmo o similare.

Cassaforte

Per ogni appartamento sarà fornita una cassaforte a muro, le cui dimensioni ed il posizionamento saranno a discrezione della Direzione Lavori.

Pavimenti esterni ed interni

Le autorimesse saranno pavimentate con resina colorata antiolio, a discrezione della Direzione Lavori, per un importo complessivo pari ad euro 30,00 al mq, determinato dal costo di listino del materiale compreso di posa. -La pavimentazione dei passaggi carrali, al piano interrato, sarà realizzata con massetto in calcestruzzo con interposta rete elettrosaldata e spolvero con impasto al quarzo, rifinitura lisciata. -La pavimentazione dello scivolo sarà costituita da massetto in calcestruzzo come alla voce precedente ma con superficie lavorata a lisca di pesce. -La pavimentazione dei vialetti pedonali al piano terra sarà eseguita con piastrelle in gres porcellanato antigelivo o porfido, a discrezione della Direzione dei Lavori. -La pavimentazione dei balconi e dei marciapiedi privati sarà eseguita con piastrelle in gres porcellanato antigelivo a discrezione della Direzione dei Lavori. -L’ingresso, il soggiorno, la cucina e il disimpegno saranno pavimentati con piastrelle in gres porcellanato, le camere della zona notte potranno essere pavimentate con lo stesso materiale della zona giorno, o con parquet a listelli di dimensioni cm 40×6/7 e con spessore di mm 14, essenza rovere o doussiè per un importo complessivo pari ad euro 80,00 al mq, determinato dal costo di listino del materiale compreso di posa. -Le rampe delle scale saranno rivestite con lastre in granito o marmo a discrezione della Direzione Lavori. -I bagni saranno pavimentati con piastrelle in gres porcellanato, per un importo complessivo pari ad euro 50,00 al mq, determinato dal costo di listino del materiale compreso di posa. Tutti i pavimenti ed i rivestimenti dovranno essere scelti presso la ditta indicata dalla committente.

Porte e serramenti

-Le porte delle autorimesse saranno del tipo sezionale a pannelli, avranno la struttura in lamiera d’acciaio stampata e zincata e saranno predisposte per l’apertura automatica. -I portoncini d’ingresso degli appartamenti saranno blindati, e conformi alla classe “A”. -Le porte interne saranno a battente ad un’anta tamburata, cieche, rivestite su entrambe le facciate con pannelli in legno lucidati in noce tankaniga o similari con coprifili stondati. -Le porte delle cantine saranno a battente ad un’anta tamburata, cieche, rivestite su entrambe le facciate con pannelli in legno lucidati in noce tankaniga o similare, con coprifili piatti e maniglia in ottone. -I serramenti interni saranno in legno di rovere, spessore mm 65, in opportune sezioni, apertura a battente, ad una o più ante. -I serramenti esterni saranno in legno ad antoni a libro poggianti su cardini a discrezione della Direzione Lavori.

Vetri

-I vetri dei serramenti esterni in legno, per finestre e porte-finestre, saranno doppi del tipo termoisolante, costituiti da lastre in cristallo stratificato di sicurezza, spessore mm 6/7, separate da intercapedine con gas argon spessore mm 15 e vetro basso emissivo mm 3+3.

 

Impianto di riscaldamento/raffrescamento

L’impianto di riscaldamento sarà di tipo centralizzato, come da normative, con contabilizzazione del calore e gestione autonoma La produzione di acqua calda sanitaria e per il riscaldamento sarà garantita tramite pompe di calore geotermiche con sistemi di accumulo centralizzati, con ricircolo e contalitri ai vari appartamenti. E’ previsto il riscaldamento a pavimento in tutti i locali privati abitativi (escluse autorimesse e cantine) e l’impianto di raffrescamento geotermico. Nei bagni, per l’integrazione del riscaldamento, sarà installato uno scaldasalviette termoelettrico in acciaio di colore bianco. E’ noto che un impianto di riscaldamento a pavimento garantisce una distribuzione omogenea del calore e quindi un benessere elevato in ambiente, grazie alla riduzione dei moti convettivi dell’aria ambientale, all’eliminazione, soprattutto nelle abitazioni confinanti col terreno, dell’umidità in prossimità del pavimento. Inoltre lascia molta libertà nell’arredamento dei locali liberando le pareti dai radiatori.

 

Impianto di climatizzazione/umidificazione

Predisposizione dell’impianto di climatizzazione o deumidificazione con la posa delle tubazioni per una unità esterna e due unità interne.

 

Impianto idrico sanitario

Le condotte esterne al fabbricato saranno realizzate in acciaio zincato catramato; quelle interne al fabbricato saranno in polietilene multistrato. L’acqua fredda sarà prelevata dalla rete comunale tramite un allacciamento unico; il contatore generale sarà in un pozzetto posto all’interno del lotto di proprietà.

 

Descrizione cucina

-Attacchi acqua calda e fredda per il lavello. -Complesso lavastoviglie, costituito da un attacco per l’acqua fredda con rubinetto e scarico. -Rubinetti di intercettazione acqua calda e fredda. -Contalitri per il consumo d’acqua.

 

Descrizione bagno

-Sanitari: Flaminia mod.”Spin” o Villeroy Boch mod.”Subway” sospesa per il bagno padronale con rubinetteria Grohe serie “Essence” cromata. -Sanitari Flaminia mod.”Sprint” o Villeroy Boch mod.”Amica” sospesa per il bagno di servizio con rubinetteria Grohe serie “Concetto” cromata. -Vasca idromassaggio, dove prevista, Jacuzzi collezione Young modello “Rivela”, completa di rubinetteria. -Piatto doccia, dove previsto, Ideal Standard 75×75 o 80×80 completo di rubinetteria. -Complesso lavatrice sifonato. -Rubinetti intercettazione acqua calda e fredda.

 

Descrizione giardino

I giardini privati saranno ultimati con la modellazione del terreno e la semina del tappeto erboso; è prevista la posa di due piante e della siepe di lauro, o essenza da definire, a confine il cui posizionamento sarà a discrezione della Direzione Lavori. E’ previsto un attacco per l’acqua fredda costituito da rubinetto portagomma posato in un pozzetto.

 

Impianto smaltimento acque nere

Lo smaltimento di tutte le acque nere avverrà tramite tubazioni: -in polipropilene per la parte interna del fabbricato. -in PVC serie pesante per la parte esterna al fabbricato. Tutte le acque nere saranno convogliate nella fognatura comunale, prima dell’immissione sarà posato un sifone Firenze. Le acque meteoriche saranno smaltite sul posto tramite pozzi perdenti.

 

Finiture esterne

Le recinzioni sul fronte della strada saranno formate da muretto in calcestruzzo con sovrastante barriera metallica in ferro verniciata. I cancelli carrali e pedonali saranno realizzati con profilati in ferro simili alla recinzione sopradescritta. Le recinzioni tra le proprietà private saranno costituite da siepi appropriate con separazione metallica. Tutti gli allacciamenti, Enel, Telecom, fognatura, acqua, saranno realizzati secondo le direttive dei vari Enti.

 

Domotica

Trattasi di una automazione domestica che permette tramite un pannello tattile (Touch Panel) di gestire totalmente la propria casa: -Gestione scenari luce -Gestione riscaldamento -Videocitofono ed aperture -Videosorveglianza esterna: sistema centralizzato di Videosor integrato completamente con la domotica di casa. Telecamere esterne con possibilità di visione dalle parti comuni collegate direttamente con un Istituto di Sorveglianza.

Predisposizione: -Gestione antifurto da pannello -Chiamata medica ed antipanico -Deviazione per chiamata citofonica -Home Theatre -Gestione irrigazione (da Touch) -Predisposizione telecomando unificato -Predisposizione per pannello portatile -Predisposizione per sistema Audio Multiroom -Predisposizione Surround 7.1

Sistema Crestron leader mondiale.

Impianto elettrico

 

a. Alimentazione generale

L’impianto elettrico delle unità immobiliari avrà origine a valle del punto di consegna dell’energia elettrica. Le colonne montanti saranno installate in percorsi di luogo comune, e saranno protette da interruttore magnetotermico secondo norme CEI; il dimensionamento sarà per 4,5kW.

b. Messa a terra L’impianto di messa a terra sarà unico per l’intero complesso; in ogni locale sarà realizzato un nodo equipotenziale dal quale avranno origine i circuiti di protezione delle singole unità.

IMPIANTI COMUNI:

a. IMPIANTO DI CHIAMATA Ogni unità sarà dotata di videocitofono con unità di ripresa installata sull’ingresso pedonale. Ogni ingresso pedonale sarà dotato di telecamera. Ogni unità abitativa sarà dotata di Touch Panel.

b. INGRESSO CARRALE Sarà dotato di cancello motorizzato, ogni unità avrà in dotazione un telecomando e una chiave per apertura manuale.

c. ANTENNA TELEVISIVA E’ prevista per ogni appartamento la ricezione del segnale televisivo terrestre e satellitare.

 

Impianti individuali (dotazioni)

a. SOGGIORNO e/o TAVERNA n.1 quadro generale con all’interno i dispositivi di protezione dei vari circuiti (magnetotermici) e di protezione indiretta (differenziali). I circuiti luce saranno divisi in zona notte e zona giorno. Saranno realizzati diversi circuiti prese in particolare per la zona cucina. n 2 punti luce con accensione da più punti n 3 punti prese di corrente bivalenti 10-16A n 1 punto con 2 prese bivalenti 10-16A n 1 punto presa Unel 10-16A n 1 punto presa TV terrestre + satellite n 1 punto presa telefono RJ11 n 1 punto con lampada emergenza di tipo estraibile.

b. CUCINA n 1 punto luce interrotto n 1 punto luce semplice n 6 prese Unel 10-16A.

c. RIPOSTIGLIO (se previsto) n 1 punto luce interrotto.

d. DISIMPEGNO n 1 punto luce con accensione da più punti n 1 punto presa Unel 10-16A.

e. BAGNO n 2 punti luce interrotti n 1 presa bivalente 10-16A n 1 presa Unel 10-16A n 1 chiamata a tirante sopra la vasca n 1 sezionatore per manutenzione pompa idromassaggio.

f. CAMERA MATRIMONIALE n 1 punto luce con accensione da tre punti n 2 punti presa 10A su circuito luce n 1 punto presa bivalente 10-16A n 1 punto presa TV terrestre n 1 punto presa telefono. g. CAMERE DA LETTO n 1 punto luce con accensione da due punti n 1 punto presa 10A su circuito luce n 2 punti presa bivalente 10-16A n 1 punto presa TV terrestre n 1 punto presa telefono.

h. GIARDINI PRIVATI Punto luce con comando manuale da interno abitazione ogni 50 mq circa, compreso di corpo illuminante a scelta della Direzione Lavori. n 1 presa Unel 10-16A in contenitore stagno.

i. BALCONI n 1 punto luce completo di corpo illuminante, a scelta della Direzione Lavori con lampada incandescente.

l. AUTORIMESSA n 1 punto luce interrotto completo di corpo illuminante n 1 presa bivalente 10-16 A in contenitore stagno predisposizione per installazione della motorizzazione e sicurezza del portone sezionale.

m. IMPIANTO ANTINTRUSIONE Saranno predisposti i condotti per l’installazione di un impianto antintrusione, con i seguenti requisiti: – n° 2 predisposizione per volumetrici – Predisposizione per contatti magnetici perimetrali (porte e finestre esterne) – Predisposizione per tastiera di inserzione e disinserzione nell’ingresso – Installazione sirena esterna – Spazio per istallazione centrale.

n. IMPIANTO DI RAFFRESCAMENTO/ CLIMATIZZAZIONE Predisposizione impianto di raffrescamento, con condotti e cavi d’alimentazione e collegamento di: – unità di condizionamento o deumidificazione per unità esterna – Split interni.

Tipologia di prodotti che si prevede di impiegare: interruttori e prese BTICINO serie Living International complete di placche di colore scuro.